venerdì 8 ottobre 2010

Olive in crosta


Questa è una ricettina perfetta come aperitivo, stuzzicante antipastino. Insomma buona buona. Anche più che buona. L'unico inconveniente è che una volta che si inizia a mangiarle smettere è difficilissimo.
Anche questa ricetta, come i panini ai fiocchi di latte, arriva da qui.
Io ho preferito comprare le olive verdi giganti, che hanno una polpa bella corposa e per una simile golosità mi sembra si prestino molto meglio delle normali olive verdi denocciolate. Comunque anche questa varietà si trova senza nocciolo al super, costa un po' di più ma ne vale la pena. Guardate che polpa consistente!



Ecco le mie dosi.

2 barattoli di olive verdi giganti denocciolate (totale in grammi 280, da sgocciolate)
150 gr di farina
90 gr di parmigiano grattugiato
90 gr di burro morbido
4 cucchiai di acqua fredda

Sgocciolate bene le olive, mettetele ad asciugare su un vassoio ricoperto di carta assorbente e ricopritele con un ulteriore strato di carta. Tamponate un po' con le mani e lasciatele lì.
Mettete in una ciotola la farina, il parmigiano, il burro a pezzetti e l'acqua, lavorate brevemente e date all'impasto la forma di una palla, avvolgetela con la pellicola e mettetela in frigo per almeno mezz'ora.
Togliete la pasta dal frigo. Assicuratevi che le olive siano ben asciutte. Staccate un piccolo pezzo di pasta per volta, appiattitelo tra le mani e avvolgetevi un'oliva, richiudete e rotolatelo tra le mani come per fare una polpetta, in modo che l'oliva sia ben sigillata nella pasta. Proseguite fino ad esaurire tutta la pasta. Se vi avanzano delle olive non credo sia un problema per voi mangiarle così, nude e crude tanto sono buone queste olivone!
Mettete le olive in frigo per almeno 2 ore. Infornate a 170° fino a che la pasta sarà ben dorata.
Quelle avanzate (tutte ste olive per due era umanamente impossibile) le ho congelate, qualche giorno fa le ho scaldate in forno ed erano buone come appena fatte.
Related Posts with Thumbnails