lunedì 15 novembre 2010

Morbidissimo plum cake all'arancia


Oooooh.... Questo plum cake è nel mio archivio da un pezzo, infatti dovrò rifarlo per rinfrescarmi un po' il sapore, eheh... Intanto lo posto adesso, e magari a brevissimo lo ripreparo perché davvero questo plum cake mi ha conquistata. La sua consistenza irreale è davvero perfetta. Super soffice, sembra una nuvoletta. Un perfetto dolce da colazione. L'aggiunta della granella di zucchero gli ha conferito quella marcia in più che ti da la forza di alzarti dal letto solo perché così puoi fare colazione (poi magari a letto ci torneresti comunque). Però il sapore di arancia nella mia versione proprio non si sentiva. Forse perché ho subito spremuto le arance e quindi ne ho dovuto omettere la buccia grattugiata (un genio eh?!)... Comunque visto che era destinato alla colazione non è stato grave, tanto che la prossima volta potrei farlo mettendo il latte al posto del succo, che dite?
Questa ricetta mi è stata consigliata da Yle (che a sua volta l'ha presa da Chabb) quando ho chiesto che torta fare con le arance pronte all'autodistruzione che sostavano da troppi giorni nel mio portafrutta.
Io vi riporto qui la mia versione, si sa che una ricetta passando di mano in mano subisce sempre qualche modifica.

3 uova
200 gr di zucchero
il succo di 2 arance
110 ml di olio di semi
220 gr di farina 00
80 gr di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
granella di zucchero

In un'ampia ciotola montate i tuorli con lo zucchero, aggiunto poco a poco. Aggiungete il succo delle arance, l'olio, la farina, la fecola e il lievito setacciati. Montate gli albumi a neve e aggiungeteli all'impasto mescolando dal basso verso l'alto per non farli smontare.
Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake piuttosto grande (io ho usato quello da 30 cm) e versatevi l'impasto.
Versate la granella di zucchero sulla superficie del plum cake e infornate a 180° per 20 minuti, abbassate la temperatura a 170° e continuate la cottura per 25-20 minuti, fino a che il vostro plum cake sarà cotto (solita prova stecchino, il mio ci ha messo circa 50°, è venuto un immenso dolce altissimo).
Fate raffreddare su una gratella per dolci. Conservate il plum cake ben avvolto in carta stagnola, il mio si è mantenuto morbidissimo per 4 giorni (ehm... facciamo colazioni piuttosto abbondanti!)
Related Posts with Thumbnails