giovedì 25 agosto 2011

Gelato al cioccolato all'arancia



La mia settimana da casalinga volge al termine, ancora poco e poi lunedì riprende il lavoro. Forse la vita da casalinga non mi si addice del tutto, mi vengono le manie di onnipotenza, faccio di tutto e arrivo a fine giornata stremata... Magari perchè lo sono per periodi limitati? Chi può dirlo...
Il caldo continua ad essere insopportabile, e confesso che quasi mi manca l'idea di piumino e sciarpe...
Cosa di meglio di un bel gelato quindi? In realtà l'ho fatto prima delle ferie, in questi giorni, per farmi del male, sto facendo un sacco di cose al forno (ma no in fondo non scalda di più...)
Io l'ho preparato con il bimby, immagino si possa fare anche senza con un po' di pazienza in più, preparando la crema in un pentolino e mantecando con un buon robot da cucina.
Ammetto di esser piuttosto orgogliosa di questo gelato (meno della foto invece, ma non si può avere tutto dalla vita, mica potevo far sciogliere il gelato nell'attesa di uno scatto decente...!), il primo della mia vita, preparato a caso dopo essermi documentata un po' sui gelati bimby. Mi raccomando farina di semi di carrube, non farina di carrube!!!

250 gr di panna fresca
200 gr di latte intero
100 gr di zucchero
100 gr di cioccolato fondente all'arancia
mezzo cucchiaino di farina di semi di carrube
un pizzico di sale
un pizzico di vaniglia bourbon in polvere
2 uova
1 cucchiaio di fruttosio

Scaldate nel boccale del bimby (o in un pentolino a bagnomaria o a fuoco bassissimo, mescolando spesso) il latte con la panna, il sale e la vaniglia impostando 7 minuti, 80°, velocità 1.
Azionate le lame a velocità 5, aggiungete le uova, lo zucchero, il cioccolato spezzetato, il fruttosio e la farina di semi di carrube, cuocete 7 minuti, 70°, velocità 5. (Senza bimby: togliete il pentolino dal fuoco, aggiungete gli ingredienti e mescolate bene con la frusta a mano, poi riprendete la cuttura a bagnomaria, il composto alla fine avrà la classica consistenza del gelato sciolto)
Versate il composto in 2 teglie usa e getta, fate raffreddare e mettete in freezer. Dopo 3 ore togliete dal freezer e pretagliate formando una grata.
Il giorno dopo (o comunque dopo almeno 10 ore) tagliate il composto a cubetti e mettetelo nel boccale in 2 volte, frullate per 40 secondi a velocità 7.
Potete mangiarlo subito oppure conservarlo in freezer. Tiratelo però fuori una decina di minuti prima di consumarlo.
Un buon modo per conservarlo è metterlo negli stampini usa e getta per muffins, magari quelli che hanno anche il coperchietto di plastica, così si dosano perfettamente e non è necessario togliere dal freezer tutto il gelato ogni volta che si vuole un po' di gelato. Con queste dosi si riempiono 7-8 stampini.

Related Posts with Thumbnails