martedì 26 aprile 2011

Torta di noci e grano saraceno



Inizio a credere che non sia del tutto vero che a colazione non si ingrassa... Se no come si spiegano quei 2 - 3 orrendi chiletti messi su negli ultimi mesi e che si sono saldamente ancorati al mio ombelico??? Perchè a quanto pare io ingrasso come gli uomini, tutto in pancia... Boh... Quindi questa torta è solo un doloroso ricordo, insieme ad altre ricettine che ho in archivio e che per un po' potrò solo sognare, vista la ristrettezza delle nuove colazioni.... Ma almeno la domenica un dolcino ci sarà! Il problema adesso sarà trovare la motivazione per non scagliare la sveglia contro il muro non appena inizia a suonare...
Questa torta è illusoria, a vederla si pensa di esser pronti ad addentare una torta al cioccolato, e invece di cioccolato neppure l'ombra.
Scura quanto buona, alta e - contrariamente a ogni mia previsione - anche soffice.
La ricetta originale prevede farina 00 e zucchero bianco, per cui se il grano saraceno non vi piace potete sostituirlo senza dubbi.

150 gr di noci sgusciate
150 gr di farina di grano saraceno
150 gr di zucchero di canna
100 gr di burro
1 bustina di lievito per dolci
2 uova
la scorza grattugiata di un limone biologico

Tritate le noci. Nel robot da cucina montate il burro morbido con lo zucchero, aggiungete farina, noci, lievito, uova e limone grattugiato e amalgamate bene il tutto.
Versate il composto in una tortiera da 18 - 20 cm ricoparta di carta forno. Cuocete a 180° per 45 minuti. Lasciate raffreddare su una gratella per dolci e spolverizzate con lo zucchero a velo.


lunedì 18 aprile 2011

Patate e carciofi di mia mamma


So che la foto con patate e carciofi spatasciati sulla terrina non ispira più di tanto, ma vi dico che io amo questo piatto. Ammetto che quando poi lo prepara mia mamma è molto più buono, credo che sia spiegabile dal piacere della coccola materna o semplicemente dal fatto che mia madre cucina meglio di me, visto che ha qualche anno in più di esperienza......... Comunque ogni volta che voglio preparare patate e carciofi la chiamo perchè non mi ricordo mai bene come si fanno, e ogni volta mi da risposte criptiche, presumo sempre dettate dall'esperienza e dal fatto che per lei è un piatto che non ha bisogno di essere spiegato...
Per cui ho deciso di pubblicarlo qui, così magari la prossima volta riuscirò a prepararmi questo ricco contorno in autonomia...... Potete variare le proporzioni di patate e carciofi a seconda dei vostri gusti.

6 - 8 carciofi
4 patate
uno spicchio d'aglio
peperoncino
vino bianco qb
acqua
sale o dado
limone

Pulite i carciofi, tagliateli in 4 o 8 spicchi (a seconda delle dimensioni dei carciofi), eliminate la barbetta e metteteli a mollo in acqua acidulata con il succo del limone.
Fate rosolare l'aglio con il peperoncino, aggiungete le patate, i carciofi e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Aggiungete mezzo bicchiere di acqua, un dado o il sale, chiudete il coperchio della pentola a pressione e fate cuocere per 10 minuti dal fischio. (In pentola normale cuocete la preparazione per almeno 20 minuti, aggiungendo l'acqua pian piano solo se necessaria)
Se necessario fate restringere il fondo di cottura per pochi minuti, con la pentola senza coperchio.

lunedì 11 aprile 2011

Polpette di carciofi


Si è per caso capito che adoro le polpette vegetariane? Se non si fosse capito ecco la dichiarazione ufficiale, mi piacciono tantissimo perché le trovo sfiziose e perché sostituiscono egregiamente la carne a cena, visto che cerco di cucinarla poco (un po' perché un consumo eccessivo di carne è dannoso per la salute, ma soprattutto perché non sono molto brava con le carni - anche se forse sto iniziando a migliorare...-)
Amo anche i carciofi e i formaggi, per cui appena ho visto questa ricetta sul forum del Bimby ho deciso di farla subito! Riporto gli ingredienti lievemente modificati da me e il procedimento per prepararle senza bimby, a fine ricetta invece il procedimento originale. Io ho utilizzato la mia scorta di carciofi congelati da me, quando vado al mercato mi lascio trasportare dall'entusiasmo e non ne compro mai meno di 20.........

350 gr di carciofi (pesateli dopo averli puliti)
100 gr di lattuga
1 piccolo scalogno
1 spicchio d'aglio
vino bianco
olio extravergine d'oliva
80 gr di parmigiano grattugiato
120 gr di ricotta
20 gr di pane grattugiato + quello necessario a impanare le polpette
1 uovo (solo il tuorlo)
sale
pepe bianco

Procedimento senza bimby:
Tritate lo scalogno e l'aglio, metteteli in padella con l'olio e fateli rosolare. Aggiungete i carciofi, sfumate con il vino bianco e fate cuocere per circa 20 minuti. Aggiungete la lattuga tagliata a striscioline e proseguite la cottura per 3 minuti.
Lasciate raffreddare il composto. Versatelo nel vostro robot da cucina, aggiungete la ricotta, il parmigiano, il pane grattugiato, il tuorlo, il prezzemolo tritato, salate e pepate, frullate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aiutandovi con un cucchiaio formate delle polpette, passatele nel pane grattugiato, appiattitele leggermente con le mani e mettetele in una teglia ricoperta di carta forno. Aggiungete un filo d'olio e infornate a 180° per 20 minuti. Fatele poi dorare sotto il grill per 5 minuti.

Procedimento con bimby:
Tritate il prezzemolo: 5 secondi velocità 8 e mettetelo da parte. Tritate lo scalogno: 3 secondi velocità 7 e riunite sul fondo con la spatola.
Aggiungete l'olio (30 gr), l'aglio e i carciofi tagliati a spicchi: 5 minuti ,100°, antiorario, velocità 1. Versate il vino bianco (50 gr) e continuate la cottura per 15 minuti, temperatura Varoma, antiorario, velocità 1.
Unite il prezzemolo tritato e la lattuga tagliata a listarelle: 3 minuti, temperatura Varoma, antiorario, velocità 1.
Fate raffreddare il composto e frullate per 30 secondi a velocità 7-8. Riunite sul fondo con la spatola e aggiungete il parmigiano, la ricotta, il pangrattato, il tuorlo, sale e pepe: 30 secondi, antiorario, velocità 4.
Aiutandovi con un cucchiaio formate delle polpette, passatele nel pane grattugiato, appiattitele leggermente con le mani e mettetele in una teglia ricoperta di carta forno. Aggiungete un filo d'olio e infornate a 180° per 20 minuti. Fatele poi dorare sotto il grill per 5 minuti.

La ricetta originale arriva dalla rivista Voi, Noi, Bimby di marzo 2011 (che a me non è arrivata, il mio primo numero è quello di aprile)

mercoledì 6 aprile 2011

Ciambelle alle nocciole



Da quanto tempo non posto nulla....... In realtà in questo periodo non ho troppa voglia di fotografare i manicaretti, mi sembra di non avere neppure il tempo di farlo, non so magari ho semplicemente altre priorità al momento.... Non ho neppure tempo di girovagare tra i vari blog culinari.... Almeno non sto acculando milioni di vostre ricette da provare, visto che già non mi basterebbero 3 vite per provarle tutte, vediamola così.... Comunque sono tornata con una novità, sto cercando di imparare a usare il nuovo editor di blogger, dopo che ieri ho litigato violentemente con il vecchio, il prepotente faceva di testa sua non assecondando le mie impostazioni, per cui ho deciso di liquidarlo.... Visto che fotone? Troppo grandi??? Dovrò abituarmi...
Questa ricetta è in archivio da tempo immemore, chissà perchè. In realtà trovo che queste ciambelle siano proprio buoni a colazione inzuppate in una tazza fumante di caffelatte, per cui è giunto il momento di trovargli un posticino in questa cucina virtuale....

Se vi avanza un albume queste ciambelle si prendono la briga di aiutarvi a smaltirlo... Utili e carine, no?!



150 gr di farina 00 Molino Chiavazza
120 gr di zucchero di canna
100 gr di nocciole sgusciate
150 gr di latte
1 uovo
1 albume
1 cucchiaino e mezzo di lievito
burro e farina per gli stampini

Tostate le nocciole in una padella antiaderente. Una volta fredde strofinatele tra le mani per togliere le ultime pellicine. Mettetele nel mixer insieme allo zucchero di canna e tritatele. Unite la farina, il lievito, l'uovo, l'albume e il latte.
Imburrate e infarinate 4 stampini da ciambella monoporzione e infornate a 170° per 25 minuti.
Buona colazione!
Related Posts with Thumbnails