domenica 17 giugno 2012

Tu chiamali se vuoi... involtini primavera



Di certo questi non sono i veri involtini primavera, innanzitutto non sono fritti, e poi anche il ripieno è una mia liberissima interpretazione. Il risultato finale però è nel complesso piuttosto simile a quelli che si mangiano al ristorante, o forse no visto che non mangio involtini primavera da anni...
Comunque anche Lele approva la mia versione, al punto da aver detto che non c'è alcun bisogno di friggerli visto che suon buonissimi anche al forno. Mi chiedo se lo pensi davvero o se ormai è completamente rassegnato al fatto che a casa nostra non si friggerà mai niente.
Se al contrario di me voi siete fan del fritto, o perlomeno non siete completamente contro la frittura vi consiglio di provarli anche fritti, perchè purtroppo in forno tendono a rompersi non appena si cerca di infilarci sotto la paletta per toglierli dalla teglia.

10 cialde di riso per involtini
50 gr di noodles di riso
300 gr di carne macinata (per me tacchino)
100 gr di germogli di soia
mezzo scalogno
una carota piccola
una zucchina
olio extravergine d'oliva
salsa di soia
vino bianco
un pizzico di curry
un pizzico di paprika dolce

Lavate bene le verdure e i germogli di soia, pelate la carota. Tagliate le verdure a striscioline e affettate finemente lo scalogno. In una padella antiaderente rosolate lo scalogno in un filo di olio, non appena diventa trasparente aggiungete la carne trita, fate rosolare e sfumate con un goccio di vino bianco.
Aggiungete le verdure e i germogli di soia, insaporite con le spezie e la salsa di soia e cuocete per una decina di minuti. Cuocete i noodles per 2 minuti in acqua bollente salata, scolateli e uniteli al composto di carne e verdure, mescolando con molta cura. Lasciate intiepidire.
Prendete con molta delicatezza una cialda di riso, riempite di acqua fredda il fondo di una ciotola sufficientemente ampia da contenere la cialda, immergete la cialda per circa mezzo minuto e "massaggiatela" delicatamente con le mani fino a che sarà morbida, posatela su un piattino e mettetevi al centro 2 cucchiaiate di ripieno. Per chiudere gli involtini procedete nel seguent modo:




Piegate la parte sinistra verso l'interno.







 


Ora fate la stessa cosa con la parte destra.











Prendete la parte inferiore della cialda e sollevatela fino a ricoprire la parte contenente il ripieno .






  Arrotolate verso l'alto fino a chiudere l'involtino.















Spiegarlo è più difficile che farlo, e per la prima volta nella mia vita ho fatto un paio di scatti per far capire meglio il procedimento.
Coprite gli involtini pronti con uno scottex inumidito in modo che la pasta non si secchi.
Spennellate ogni involtino con un mix di acqua e olio e infornate per 20 minuti a 200 gradi, o se preferite friggeteli fino a doratura.


Related Posts with Thumbnails