lunedì 26 novembre 2012

Strudel alla zucca con salsiccia e porri




Questa ricetta mi frullava per la testa da un po' di giorni, inizialmente senza porri, poi la spesa del venerdì sera mi ha molto ispirata e nel mio mix mentale si sono aggiunti anche loro.
Ho iniziato da tempo la campagna "Zucca da amare" con Lele, iniziamo ad ottenere i primi risultati anche se continua a lamentarsi. La cosa assurda, e che onestamente mi fa arrabbiare tantissimo, è che nel nostro menù nuziale c'erano 2 piatti a base di zucca, un antipasto e un primo scelti da LUI... Sua frase "ma loro la cucinano buona". Dite che sarei dovuta scappare prima di dire sì??? Mah...
Ovviamente gli ho detto che avrebbe mangiato la zucca anche a casa e in questo mese gli ho fatto mangiare un risotto zucca e gorgonzola (annegato nel gorgonzola lo ammetto, tanto che mi faceva male la pancia dopo) e questo strudel, che ha mangiato prima provando a scartare i dadini di zucca per poi rassegnarsi dicendo che non aveva altro da mangiare. Ma in fondo io credo gli sia piaciuto, anche se voleva creare una nuova etichetta del blog "Sconsigliati da Lele" io sono quasi certa che gli sia piaciuto, si si si.
Per la base ho usato la ricetta dello strudel di mele che uso abitualmente, aggiungendo un pizzico di sale in più.



Per l'impasto:
200 gr di farina 00
80 gr di acqua tiepida
20 gr di olio extravergine d'oliva
1/2 cucchiaino di aceto bianco
2 pizzichi di sale

Per il ripieno:
200 gr di zucca
100 gr di porro
150 gr di salsiccia
30 gr di pinoli
30 gr di pane grattugiato
un pomodoro secco
olio extravergine d'oliva
un cucchiaino di senape (facoltativo)
aglio e peperoncino in polvere
pepe bianco
sale
vino bianco

Impastate farina, acqua, olio, aceto e sale fino ad ottenere un impasto liscio, formate una palla e ungetela con un pochino d'olio, fatela riposare tra 2 piatti caldi per mezz'ora.
Tagliate la zucca a dadini molto piccoli, affettate il porro e tagliate e tocchetti la salsiccia. In un'ampia padella antiaderente scaldate un cucchiaio d'olio, aggiungete i porri e la zucca e sfumate con il vino bianco. Tostate i pinoli in una padellina. Aggiungete alle verdure la salsiccia, salate, pepate e aggiungete l'aglio e peperoncino in polvere. Lasciate cuocere con un coperchio per circa 20 minuti, se alla fine ci dovesse essere tanto fondo di cottura alzate un po' la fiamma, togliete il coperchio e lasciate cuocere un paio di minuti. Unite i pinoli tostati e mescolate. Fate tostare in padella il pane grattugiato mescolando di continuo in modo che non bruci, appena diventa dorato toglietelo dalla padella e fatelo raffreddare un po'.
Infarinate un canovaccio da cucina pulito e stendetevi la pasta con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia sottilissima.
Versate sulla sfoglia il pane tostato, il pomodoro secco sminuzzato e poi il ripieno di verdura e salsiccia, lasciando liberi i bordi. Iniziate ad arrotolare aiutandovi con il canovaccio, sulla prima parte di pasta ripiegata spalmate un cucchiaino di senape e continuate ad arrotolare, facendo attenzione a chiudere bene i bordi e le estremità (io le ho piegate verso l'interno prima di inizare ad arrotolare lo strudel).
Infornate a 180° per 30 minuti.

domenica 11 novembre 2012

Rotolini alla cannella. Cinnamon rolls. Kanel bullar



Provo un moto di orgoglio verso i miei rotolini. No, non verso quelli sui fianchi che se continuo con queste colazioni mi spunteranno presto, ma verso i miei primi rotolini alla cannella. O cinnamon rolls che fa più fashion, o kanel bullar che fa molto ikea... Io adoro questi dolcetti, quando andiamo all'ikea e perdo l'autocontrollo (grazie al cielo abbastanza di rado) ne prendo uno e lo scaldo un po' nel microonde per renderlo più morbidoso e profumoso. Visto che però è una vera botta di calorie e grassi saturi ho provato ad apportare una piccola modifica alla ricetta che ho trovato in vari siti, ho eliminato il burro dall'impasto e sostituendolo con l'olio extravergine d'oliva, mentre per il burro del ripieno c'è stato poco da fare, ho solo diminuito leggermente la dose aggiungendo un po' di latte, per cui il ripieno è rimasto porcosissimo. Ho ottenuto 17 rotolini, che ho saggiamente provveduto a congelare per poterli gustare con calma, visto che non credo si conservino a lungo in altro modo.
Non avendo moltissima voglia di sporcarmi le mani ho usato l'amico bimbyno :-D ma poichè sono andata molto a sentimento non me la sento di pubblicare la ricetta con i tempi di lavorazione bimbyci, insomma regolatevi un po' utilizzando il programma spiga, o impasto della macchina del pane o olio di gomito dei vostri arti superiori.


 
per l'impasto:
550-600 gr di farina 00
200 gr di latte scremato
70 gr di olio extravergine d'oliva
2 uova
80 gr di zucchero integrale di canna
25 gr di lievito di birra
un pizzico di sale

per la farcitura:
60 gr di burro morbido
200 gr di zucchero integrale di canna
2 cucchiai di latte
2 cucchiai di cannella

per lucidare:
un uovo
2 cucchiai di latte

Sciogliete il lievito di birra e un cucchiaino di zucchero nel latte tiepido, lasciate riposare per una decina di minuti. Aggiungete il resto degli ingredienti (inizialmente 550 gr di farina, se necessario aggiungere) eccetto il sale e iniziate a impastare, appena gli ingredienti iniziano ad amalgamarsi aggiungete il sale, lavorate l'impasto fino ad ottenere una palla liscia e mettetelo poi a lievitare in un'ampia ciotola leggermente infarinata, ricoprite con la pellicola e lasciate riposare fino a che il volume dell'impasto raddoppia.
Preparate la farcitura lavorando gli ingredienti con la frusta elettrica fino ad ottenere una crema omogenea.
Stendete l'impasto con il mattarello ad uno spessore di circa 5 mm cercando di darli una forma il più possibile rettangolare, spalmate la farcitura alla cannella con il dorso di un cucchiaio e arrotolate la pasta sul lato più lungo. Tagliate tanti rotolini alti circa 2 cm, per facilitare questo passaggio potete usare lo spago da cucina, mettete lo spago sotto il rotolo di pasta e chiudetelo così i rotolini si taglieranno perfettamente.
Mettete i rotolini su ampie teglie ricoperte di carta forno, lasciando un po' di spazio tra uno e l'altro perchè in cottura cresceranno. Fate lievitare ancora per circa mezz'ora.
Sbattete l'uovo con il latte e spennellate la superficie e i lati dei rotolini, infornate a 190° e cuocete per 15 minuti.

sabato 3 novembre 2012

Crostatine croccanti con cuore di mela



Ad essere sincera non ricordo quanto tempo fa ho fatto queste crostatine, però ricordo perfettamente che erano proprio buone... Avrei dovuto pubblicare un'altra ricetta oggi, la versione casereccia dei biscotti settembrini, qualcuno se li ricorda? Erano buonissimi e chissà perchè li hanno tolti dal mercato... Ho provato a farli a casa con la fiordifruttata ai fichi RdA (e alcuni golosoni con la nocciolata) ma per qualche inspiegabile motivo abbiamo formattato la memoria della macchina fotografica senza scaricare le foto... Eh vabbeh sarò costretta a rifarli e rifotografarli...
Dopo tutto questo sproloquio inutile vi dico, finalmente, bentrovati, sempre se qualcuno si trova ancora su queste desolate pagine. Sono passati più di 2 mesi dall'ultima ricetta, forse l'intervallo più lungo vissuto dal blog, ma stavolta ho una validissima scusante! In questi 2 mesi io e Lele abbiamo deciso di sposarci, siamo andati in ferie ad agosto come tutti e al nostro rientro abbiamo avuto un po' da fare per organizzare il nostro matrimonio a tempo record, e così dal 30 ottobre sono la Signora Lele. Mi piace. Ci piace.



In quest'arco di tempo ho cucinato per sopravvivenza, le belle colazioni autoprodotte sono un ricordo, ma conto di rimettermi in carreggiata presto.
Quindi miracolosamente recuperate in archivio ecco queste crostatine croccanti con un cuore morbido e profumato, la ricetta non è farina del mio sacco purtroppo, ma del bellissimo libro bimby "Le merende della mamma", lo adoro. Se non avete il bimby procuratevi la farina di riso, o trovate comunque il modo di polverizzare il riso (da più croccantezza immagino, rispetto alla farina in commercio).

Per la frolla:
100 gr di riso
200 gr di farina 00
120 gr di burro morbido
50 gr di zucchero
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 uovo intero
2 tuorli
Scorza di limone

Per il ripieno:
50 gr di biscotti secchi (io ho usato gli amaretti)
400 gr di mele
50 gr di zucchero (io dimezzo...)
Succo di mezzo limone
Cannella

Mettete nel boccale del bimby il riso: 1 minuto velocità 10, mettetelo da parte.
Mettete nel boccale i biscotti: 10 secondi velocità 8, metteteli da parte.
Polverizzate 50 gr di zucchero e scorza di limone: 15 secondi velocità 10, aggiungete la farina di riso, la farina 00, il sale, il burro, il lievito, l'uovo e i tuorli e impastate: 15 secondi velocità 7. Togliete l'impasto dal boccale e formate una palla e copritela con la pellicola, fatela riposare in frigorifero almeno 15 minuti.
Tagliate a pezzi le mele e frullatele: 5 secondi velocità 4, unite zucchero, limone e cannella e cuocete: 10 minuti 100° velocità 1, fate raffreddare.
Tirate 3/4 della frolla con il mattarello e ricopritevi il fondo di 4-6 stampini da crostatina, cospargete la pasta con i biscotti tritati, riempite con 2 o 3 cucchiai di mele cotte e ricoprite con il resto della pasta, stando ben attenti a chiudere bene i bordi.
Infornate a 180° per 20-25 minuti.
A me è avanzato un po' di ripieno, Lele l'ha gradito molto a cucchiaiate :-)
Related Posts with Thumbnails